Il giardino su ghiaia

Giardino su ghiaia

Il giardino su ghiaia puo’ essere il risultato di una volontà paesaggistica: il gardino mediterrano, il giardino arido o da un’azione tecnica: rispondere alle esigenze di coltura delle piante, adattamento alle condizioni climatiche.

La dinamica negativa del nostro ‘buon vecchio clima temperato’ evidenzia l’interesse del giardino su ghiaia. In un primo tempo, vedremo in qualche punto i vantaggi di questo tipo di giardino, le regole per preparare il terreno, l’aspetto paesaggistico nel tracciato del giardino, la scelta delle piante.

Qui di seguito, questa fotographia di trogolo in pietra riassume i vantaggi della coltura su ghiaia: un ammasso minerale – una regolazione dell’umidita – una valorizzazione delle piante.

Un ammasso minerale: la ghiaia evita che il terreno venga lavato dalle piogge e limita lo sviluppo dell’erbacce. I semi presenti nel terreno non possono germogliare. Assicura una fuonzione drenante, fattore importante per riuscire la coltura di numerose piante e, indirettamente, oppone una maggiore resistenza al freddo. Le piante mediterranee, di riva almare o le piante alpine amano questo tipo di ambiente. Il colletto all’asciutto e le radici ben ventilate! Durante l’estate, evita l’essicazione del terreno.

Giardino su ghiaiaPer effeto di condensazione all’alba, mantiene una lieve freschezza ai piedi delle piante.

Se è bianco o chiaro, riflette la luce, dunque meno caldo!

Infine, permette di elaborare un giardino formidabile e di valorizzare sia il portamento che il fogliame dei vegetali.

Il giardino appare anche piu’ luminoso durante l’inverno.

Coprire un geotessile con della ghiaia? E’ una soluzione tecnica per limitare la crescita delle erbacce. Nel vivaio, noi preferiamo non utilizzarlo alfine di lasciare libero sviluppo alle sementi e alle talee naturali.

Il diserbo fatto a mano nel giardio su ghiaia è veloce, il colletto delle erbacce si stacca con facilità.

Abbiamo una sola noia (ereditaria a tutti i giardinieri): le erbacce a convolvolo!

Portamento rotondo e portamento eretto: un’unione armoniosa del Verbascum olympicum e della Stipa tenuifolia.

In primo piano: Euphorbia characias sp Wulfenii. In sottofondo: Sedum x Matrona e Erigeron karvinskianus.

Cosi come per tutte le aioule di piante perenni e di graminacee, la preparazione del terreno è una fase importante che determina il successo del giardino.

Diserbo del giardino su ghiaia

Per le superfici piccole, si puo’ fare accuratamente a mano. Per le piu’ grandi, vi consigliamo di stendere un telone in plastica tessuta che potete trovare facilmente nei negozi di articoli per agricoltura o presso i negozi di giardinaggio. La tessitura della plastica consente il passagio dell’acqua e dell’aria. Il terreno puo’ in questo modo continuare a vivere contrariamente alla solarizzazione che agisce come una ‘mini disinfezione’ termica del terreno. Questo telone dovrà essere fissato in modo solido sui lati e dovrà rimanerci per almeno tre mesi. Il periodo ideale per sistemare questo telone è all’inizio della primavera. (Vi sconsigliamo vivamente l’uso di diserbanti chimici per le superfici importanti , dato che non sono privi di conseguenze per l’ambiente).

Lavorazione del terreno e ammendamento del giardino su ghiaia

Una buona sorpresa! Dopo qualche mese, constatiamo che il terreno è pulito e leggero. Rimango le Rumex e le erbacce a convolvolo che non si possono togliere facilmente. Il terreno puo’ finalmente essere lavorato per preparare la futura piantagione. E’ a questo punto che non bisogna dimenticare di spargere del composto (3 kg/m2), del Patenkali per l’apporto di potassio (3kg/100m2) e degli ammendamenti calcici, se necessari, alfine di correggere il pH del terreno.

Tracciato de ll’aiuola

Spazio e volumi generosi. Delle prospettive e dei punti di attrazione ben definiti. Un giardino su ghiaia è un giardino libero dove la maggior parte delle specie piantate amano riseminarsi. Si darà privilegio a una posizione soleggiata e aperta. Si eviterà la vicinanza di bordure, di boschetti di alberi a fogliame caduco. I vialetti dovranno essere larghi dato che il confine vialetto/aiuola non è fisso e le loro bordure rischiano di essere colonnizate rapidamente. La manutenzione ed il rastrellamento della ghiaia devono essere facilitati. Il confine ghiaia/terra, ghiaia/prato dovrà essere trattenuto (blocchi di pietra, traversine ferroviarie, …). Il portamento di ogni pianta è valorizzato. Si farà attenzione a aumentare in modo considerevole le distanze di piantagione e a privilegiare la scelta di piante a portamento strutturato, esemio: Euphorbe, Sedum, Agave, Phormium, Graminacee, Eryngium. Ci si guadagnerà a creare un rilievo, a soprelevare le aiuole di 10/30 cm. I terrazzi o i viali molto usati (falciatrici, passe ggini…) dovranno essere pavimentati per assicurare la comodità di cammino.

Giardino su ghiaia

Scelta delle piante

Una posizione soleggiata e secca. Un terreno drenante, non troppo ricco ma piuttosto povero. Un lavoro di contrasto: portamento diritto/portamento tondo, forma definita/forma diffusa. Ecco i due elementi di cui abbiamo bisogno per scegliere le nostre piante!

Qualche esempio di piante perenni e di bulbi a portamento eretto: Allium hollandicum, Allium sphaerocephalum, Asphodeline lutea, Berbena bonariensis, Dierama pulcherrimum, Eryngium giganteum, Gaura lindheimeri, Kniphofia, Lychnis coronaria, Nectaroscordum siculum, Onopordium acanthium, Phlomis tuberosa, Verbascum bombyciferum.

Qualche esempio di piante perenni a portamento rotondo: Achillea ‘Coronation Gold’, Achillea ‘Terracotta’, Achillea ‘Safran’, Allium tuberosum, Allium flavum, Anthemis EC Buxton, Artemisia camphorata, Artemisia ‘Valerie Finnis’, Bergenia sp, Diascia sp, Euphorbe characias, Euphorbe polychroma, Helleborus sp, Festuca glauca, Origanum sp, Lavande sp, Salvia officinalis sp, Santoline sp, Sedum ‘Autumn Joy’, Sedum ‘ Matrona’, Silene, Thymus sp.

Qualche graminacea: Agropyron magellanicum, Calamagrostis ‘Karl Foerster’, Miscanthus sp, Molinea ‘Transparent’, Stipa arundinacea, Stipa.

Qualche tipo di arbusto: (da piazzare in fondo all’aiuola o nel mezzo): Abutilon, Buddleja, Cistus sp, Cotonaster, Lavatera sp, Tamarix, Rosa glauca, Melianthus major, Ligustrum, Rhus.

Piante tappezzanti o da bordura: Acaena sp, Allium tuberosum, Antennaria dioicia ‘Rosea’, Diascia sp, Euphorbe myrsinite, Euphorbe rigida, Fritillaria sp, Primula auricula, Saponaria sp, Saxifraga, Sedum cauticola, Sedum ‘Ruby Glow’, Sempervivum, Sisyrinchium, Thymus x citriodorus, Thymus serpyllum sp, Thymus longicaulis, Thymus praecox ‘Minor’, Veronica sp.

Scelta della ghiaia

Il costo del trasporto della ghiaia è elevato. Occorre selezionare una cava vicina. Non esitate a visitarne piu’ di una e a giudicare la qualità della roccia. Scegliere una dimensione fra i 5 e 10 mm. Troppo fine o troppo grossa, rende il cammino difficile. Scegliere un colore chiaro: giallo oppure grigio chiaro. Evitare il bianco troppo sporchevole. La ghiaia ha una densità di 1,8. Un metro cubo pesa 1,8 tonnellate. Dato che abbiamo bisogno di uno spessore di 3 cm, il peso da trasportare puo’ essere importante. L’associazione ciottoli/ghiaia valorizza un passaggio, un ripiano, il bordo di un terrazzo …

Manuenzione

Pulizia e diserbo! La ghiaia deve rimanere pulita e le piante pulite e tagliate regolarmente. Per quanto riguarda il diserbo, tocca a voi decidere.

Si farà attenzione a lasciar fare la risemina naturale in base al loro interesse. Una Stipa che cresce in mezzo al viale puo’ essere interessante da lasciare. Invece si dovrà lottare senza stregua contro le erbacce. Si noterà che è facile toglierle. E’ possibile utilizzare un diserbante chimico. Si applica col pennello nelle aiuole, con una rampa nei viali. In complesso il lavoro è facilitato: meno diserbo, niente zappatura. E il risultato è sempre gratificante.

Avete un progetto per piantare un giardino su ghiaia

Per informazione, vi invitiamo a consultare la nostra rubrica Piante per giardino roccioso, Piante perenni per giardino arido e povero e, per i giardinieri piu’ sperimentati, la nostra gamma di piante per giardino roccioso, piante  alpine.

E per ultimo, non esitate a chiederci dei consigli.

Beth Chatto’s, Gravel Garden, Droughr-resistant planting throught the year.